Desideri ricevere ulteriori informazioni? Chiamaci allo 0547 639811 oppure scrivici!

 
Martedì, 01 Settembre 2015

Credito d’imposta per gli alberghi che effettuano interventi di riqualificazione e accessibilità definite le procedure e le tempistiche per la presentazione delle domande click day fissato al 12/10/2015

Il DL n. 83/2014, Decreto “Cultura -Turismo”, ha introdotto specifiche agevolazioni fiscali a favore del settore alberghiero in particolare un credito di imposta per la riqualificazione e l’accessibilità delle strutture alberghiere.

Il credito d’imposta per la riqualificazione / accessibilità è riconosciuto:

  • A favore delle “strutture alberghiere”, quali alberghi, i villaggi albergo, le residenze turistico – alberghiere, gli alberghi diffusi, composte da non meno di 7 camere ed esistenti alla data del 1 gennaio 2012.
  • Per il triennio 2014 – 2016 il credito di imposta spetta nella misura del 30% delle spese sostenute dal primo gennaio 2014 fino al 31 dicembre 2016 , fino all’ottenimento di un credito di imposta massimo di € 200.000 ripartito in tre quote annuali di pari importo nel rispetto dei limiti del “de minimis”

Sono considerate eleggibili al credito di imposta le spese sostenute per

INTERVENTI DI RISTRUTTURAZIONE EDILIZIA

INTERVENTI DI ELIMINAZIONE DELLE BARRIERE ARCHITETTONICHE

INCREMENTO DELL’EFFICIENZA ENERGETICA

ACQUISTO DI MOBILI E COMPONENTI D’ARREDO

Analogamente al credito relativo alla digitalizzazione, per richiedere l’agevolazione è necessario presentare un’apposita domanda al Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo tramite il Portale dei Procedimenti https://procedimenti.beniculturali.gov.it.

Per le spese sostenute nel 2014 la domanda va presentata tramite le modalità telematiche e nel rispetto dei termini recentemente definiti dal Ministero e disponibili sul relativo sito Internet nel documento “TUTORIAL”.

La domanda, sottoscritta dal legale rappresentante, deve riportare i seguenti elementi:

  • Costo complessivo degli interventi e ammontare delle spese agevolabili;
  • Attestazione di effettività delle spese sostenute da parte di un soggetto abilitato;
  • Credito d’imposta spettante;

La domanda, deve essere corredata, a pena di inammissibilità, dalla seguente documentazione amministrativa e tecnica:

  • Dichiarazione dell’imprenditore che elenchi gli interventi effettuati;
  • Attestazione dell’effettivo sostenimento delle spese rilasciata da un soggetto abilitato
  • Dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà relativa agli altri aiuti “de minimis” eventualmente fruiti nell’esercizio in corso e nei 2 precedenti con l’indicazione del relativo ammontare.

L’istanza e la relativa attestazione di effettività delle spese sostenute vanno compilate direttamente dal sito Internet del Ministero

Le stesse vanno quindi “caricate” nel citato Portale a partire dal 15 settembre fino al 9 ottobre 2015.

INVIO DELLA DOMANDA ( CLICK DAY ) : Per il perfezionamento della procedura “è necessario inviare, tramite accesso al citato Portale, l’istanza e l’attestazione di effettività delle spese sostenute dalle ore 10.00 del 12.10.2015 alle 16.00 del 15.10.2015

A seguito dell’invio dell’istanza, viene rilasciata una ricevuta con indicazione della data e dell’ora di acquisizione dei documenti, valida per la definizione della graduatoria nel rispetto dell’ordine cronologico di arrivo dell’istanza.

MODALITÀ DI ASSEGNAZIONE DELLE RISORSE

Le risorse sono assegnate sulla base dell’ordine di presentazione delle domande e fino al relativo esaurimento.

L’elenco delle domande ammesse sarà pubblicato sul sito Internet del Ministero il 16 DICEMBRE 2015

UTILIZZO DEL CREDITO

Si rammenta che il credito d’imposta in esame:

  • Va indicato nella dichiarazione dei redditi relativa al periodo d’imposta per il quale è concesso.
  • Può essere utilizzato esclusivamente in compensazione nel mod. F24, tramite i servizi telematici messi a disposizione dell’Agenzia delle Entrate, secondo modalità e termini definiti da un prossimo Provvedimento.
  • Non è tassato ai fini IRPEF / IRES / IRAP;
  • Non rileva ai fini del rapporto di deducibilità degli interessi passivi e dei componenti negativi ex artt. 61 e 109, comma 5, TUIR.
Letto 1515 volte
Giovanni Tassinari

Tel. 0547.639808 - 639841 - 0547.84533

Fax 0547.638322

Email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Convenzioni

Corona Virus - Aggiornamenti

Area Associazioni Sportive

Circuito 2100

banner ascom servizi

lavora con noi

Newsletter

Vuoi essere sempre aggiornato? Registrati per essere sempre aggiornato con le nostre iniziative.
Privacy e Termini di Utilizzo

banner sanitascom

banner confidi

banner iscom nuovo

 

banner enasco

ascom cesena youtube

Desideri ricevere ulteriori informazioni? Chiamaci allo 0547 639811 oppure scrivici!