Desideri ricevere ulteriori informazioni? Chiamaci allo 0547 639811 oppure scrivici!

 
Mercoledì, 18 Novembre 2020

Cinema e teatri chiusi: “Ridateci il nostro lavoro”

CONFCOMMERCIO SOSTIENE LE ATTIVITà INGIUSTAMENTE FATTE CHIUDERE

Cinema, teatro, spettacoli e cultura, una chiusura devastante. è il giudizio di Confcommercio che ha espresso la sua netta contrarietà, insieme a larghissima parte dell’opinione pubblica, sulla  sospensione  delle attività dei teatri, dei cinema e dei luoghi di spettacolo, decretata dal Dpcm del 24 ottobre. In seno alla nostra associazione opera Agis Confcommercio, il cui presidente nazionale Carlo Fontana ha indirizzato una accorata lettera al premier Giuseppe Conte e al ministro Dario Franceschini, in cui ha rimarcato che i luoghi di spettacolo si sono rivelati tra i più sicuri spazi di aggregazione sociale e la nuova chiusura delle attività del settore, che avevano riaperto in agosto,  comporta un colpo difficilmente superabile ed una drammatica ricaduta sulle decine di migliaia di lavoratori ed artisti, già al limite del sostentamento a causa del crollo del reddito. Una scelta devastante per l’intero Paese.

Per  Confcommercio chiudere cinema e teatri è molto più che un’inutile ingiustizia: è da una parte l’ammissione di non avere il controllo del territorio, non saper distinguere tra chi opera per il bene comune e chi no. Ci siamo sempre vantati del ‘modello Italia’ ma ora di cosa ci possiamo vantare? Il nostro Paese sta perdendo l’occasione per imparare a far bene, a riconoscere chi è meritevole e va sostenuto e chi non lo è e va sanzionato. Sta perdendo l’occasione di ridare alla cultura il ruolo centrale che deve avere per la crescita del Paese e per la coesione sociale.

A Cesena e nei nostri comuni comprensoriali sono operative sale e multisale cinematografiche, come Aladdin e Eliseo, nonché altri cinema, che avevano riaperto osservando scrupolosamente i protocolli con il distanziamento e l’applicazione di tutti i dispositivi di sicurezza, gestiti da imprenditori dinamici e di valore fra i quali il nostro associato Maurizio Paganelli, titolare di varie sale nel cesenate e nel forlivese. Nei tre mesi di riapertura i cinema avevano riavviato la loro attività riacquisendo parte della loro affezionata clientela.

Prima della chiusura disposta dal Dpcm del 24 ottobre era stato presentato in anteprima in città, al Carisport, il film “Est. Dittatura last minute” con la regia di Antonio Pisu, reduce dal successo al Festival del Cinema di Venezia, ispirato a una storia vera di cui proprio Maurizio Paganelli, coautore di un romanzo autobiografico che narra la vicenda di un viaggio in Romania di tre giovani cesenati nel 1989, è stato protagonista, nonché coprodut-tore del film. Un evento di grande rilievo perché per la prima volta la nostra città, Cesena, è presente in un film con tante scene da cui la storia prende corpo e in cui confluisce. 

Purtroppo la chiusura delle sale non ha permesso  che il film fosse proiettato nei cinema. Confcommercio si augura che ciò sia possibile presto, con la riapertura dei cinema, dei teatri, degli spettacoli che sono fonte di piacere, sollievo e cultura, un bene essenziale, che dà lavoro a tante persone ora ferme ai box e senza reddito, anche se in quei luoghi erano stati rispettati i protocolli per lo svolgimento dell’attività in sicurezza. Il lavoro è la forza vitale di questo Paese. Confcommercio accanto ai cinema, ai teatri, alle attività dello spettacolo con i loro addetti e le loro maestranze chiede la libertà di poter continuare a lavorare  in piena sicurezza e nel rispetto delle regole e dei protocolli.

 

Augusto Patrignani, 

Presidente Confcommercio Imprese per l’Italia del comprensorio cesenate

Letto 21 volte

Corona Virus - Aggiornamenti

Area Associazioni Sportive

Circuito 2100

banner ascom servizi

lavora con noi

Newsletter

Vuoi essere sempre aggiornato? Registrati per essere sempre aggiornato con le nostre iniziative.
Privacy e Termini di Utilizzo

banner sanitascom

banner confidi

banner iscom nuovo

 

banner enasco

ascom cesena youtube

Desideri ricevere ulteriori informazioni? Chiamaci allo 0547 639811 oppure scrivici!