Visualizza articoli per tag: fipe

Venerdì, 30 Settembre 2016 12:43

Nuova legge per limitare gli sprechi alimentari

E' entrata in vigore il 14 settembre scorso la legge 166, così detta “degli sprechi alimentari” in cui rientrano anche le attività di somministrazione alimenti e bevande.

In Italia era già presente una normativa che disciplinava la donazione di derrate alimentari per fini
di solidarietà sociale, basti pensare alla “Legge del buon samaritano”, ma la nuova legge ha lo scopo di semplificare ed armonizzare le varie disposizioni in materia.

Pubblicato in news

Martedì 15 novembre, c/o la Sala Iscom di Confcommercio di Cesena, via Giordano Bruno 118

Il corso si svolgerà in un'unica giornata, ecco il programma:

Pubblicato in Eventi

Martedì 18 ottobre 2016, ore 15.00
c/o la Sala Convegni della Basilica del Monte di Cesena, Via del Monte 999
Strumenti per un corretto approccio alla gestione economica e finanziaria: simulazione di un check finanziario e del controllo di gestione di un'impresa di pubblico esercizio.

Pubblicato in Eventi

Il Comitato di coordinamento Regionale della FIPE – Federazione Italiana Pubblici Esercizi – ha eletto ieri all’unanimità e per acclamazione quale nuovo Presidente per il prossimo quadriennio Matteo Musacci, Presidente di FIPE Ferrara. Eletti all’unanimità dal Comitato anche i due Vice Presidenti che lo affiancheranno in questo mandato, Angelo Malossi di FIPE Cesena e Mauro Montaguti di FIPE Bologna.

Pubblicato in Comunicati stampa

Si ha il piacere di informare i soci pubblici esercizi che il Ministero dello Sviluppo Economico ha integralmente confermato quanto sostenuto dalla Fipe relativamente alla natura commerciale delle attività effettuate dai cosiddetti Home Restaurant.
Il Ministero, infatti, non solo definisce esplicitamente tali attività come attività economiche in senso proprio, ma afferma anche che la disciplina commerciale applicabile agli Home Restaurant è quelle relativa alle attività di somministrazione di alimenti e bevande al pubblico – artt. 64 e 71 D.Lgs. 59/2010 – sia per quanto riguarda il possesso dei requisiti necessari (morali e professionali) sia per l’obbligo di presentazione di una SCIA per l’inizio dell’attività o eventualmente della richiesta di autorizzazione, ove trattasi di attività svolte in zone tutelate.

Ne consegue anche che tali attività sono soggette all’accertamento del requisito della sorvegliabilità che, per i locali ubicati sopra il piano terra, è di competenza dell’autorità di pubblica sicurezza, ovverosia del Questore.
Non si può che esprimere apprezzamento per tale risoluzione, dato che con essa il Mise fa sì che il principio “stesso mercato, stesse regole” sia effettivamente applicato, in quanto la diffusione di queste attività sta creando un’ulteriore forma di mercato parallelo e di concorrenza sleale nei confronti dei pubblici esercizi.

Al fine di non rendere questa risoluzione priva di effetti, l'associazione è disponibile a sollecitare i controlli di tali attività attraverso la presentazione di un esposto/denuncia alle autorità competenti integrato con il riferimento alla risoluzione Mise.

Giova infine sottolineare che il riferimento normativo fornito da diversi articoli di stampa, per giustificare l’esenzione da Iva e dichiarazione dei redditi fino alla soglia dei 5.000 euro degli home restaurant, (art. 1 comma 100 della Legge n. 244/2007 - Finanziaria 2008) non è più corretto e applicabile poiché tale norma risulta abrogata dalla legge di Stabilità per il 2015.

Pubblicato in news
Mercoledì, 06 Maggio 2015 14:50

Fipe ''I bar sono tutti di serie A''

Pubblicato in Rassegna stampa
Martedì, 05 Maggio 2015 09:56

I bar sono oltre 330

Pubblicato in Rassegna stampa
Pagina 2 di 3

Corona Virus - Aggiornamenti

Area Associazioni Sportive

Circuito 2100

banner ascom servizi

banner periodici confcommercio

lavora con noi

Newsletter

Vuoi essere sempre aggiornato? Registrati per essere sempre aggiornato con le nostre iniziative.
Privacy e Termini di Utilizzo

banner sanitascom

banner confidi

banner iscom nuovo

 

banner enasco

ascom cesena youtube

Desideri ricevere ulteriori informazioni? Chiamaci allo 0547 639811 oppure scrivici!